Palazzolo
Acreide

Nel cuore della Sicilia Orientale, Palazzolo Acreide, Patrimonio Unesco dell’Umanità dal 2002, è il luogo perfetto per una rilassante vacanza e nel contempo per effettuare delle esperienze culturali e culinarie uniche.Il borgo, tra i più belli d’Italia, appartiene alla “ Valle dei Monti Iblei”, si trova infatti a 700 metri di altitudine, in provincia di Siracusa, ed è un importante sito storico per il Barocco che caratterizza palazzi e chiese.Si trova a pochi chilometri da Noto, Modica, Catania e Taormina e dal Vulcano Etna. Questa incantevole cittadina è famosa anche per la sua ricca gastronomia, testimonianza della abbondanza di prodotti tipici e dei deliziosi sapori della antica cucina dei Monti IBlei

Meta ideale per chi desidera visitare un luogo sospeso nel tempo, Palazzolo Acreide conserva diverse chiese e antichi palazzi nobiliari, splendidi esempi di barocco siciliano.

La ChiesaMadre

Dedicata a San Nicola, si trova nella parte bassa della città. Il monumento fu costruito nel 1215, fu completamente ricostruito dopo il terremoto del 1693. L’esterno è abbastanza semplice, mentre l’interno è ampio e luminoso. Numerosi sono gli altari in marmo, tutti decorati con notevoli bassorilievi e intagli.

La Chiesa diSan Sebastiano

È un edificio molto suggestivo e nel complesso molto armonioso. Dopo la distruzione del terremoto del 1693 la chiesa fu ricostruita in modo sontuoso, con altari di marmi pregiati, mentre affreschi e stucchi adornano rispettivamente la volta della navata centrale e le pareti laterali . La facciata è molto scenografica, arricchita da vari ornamenti tipici del barocco. Gli altari sono molto sontuosi

La Chiesa diSan Paolo

Dopo la distruzione del terremoto del 1693 la chiesa fu ricostruita, grazie alle numerose offerte dei devoti. La facciata, su tre lati differenti, presenta numerose sontuose decorazioni. Al suo interno si trova la struttura che è divisa in tre navate, e contiene sorprendentemente 11 altari, molti dei quali in marmi policromi di grande bellezza. e l’organo in legno.

Area archeologica di
Akrai

L’area archeologica di Palazzolo Acreide conserva i resti della polis Akrai, che si trova a circa 5 minuti dal centro storico. È possibile visitare:

Il teatro greco

È di piccole dimensioni (all’epoca poteva contenere circa 600 spettatori), ma mantiene comunque un ottimo stato di conservazione. La costruzione non è scavata direttamente nella roccia ma si estende su un pendio naturale. Da segnalare, l’eccellente acustica è ancora intatta.

I “Santoni”

Si tratta di un complesso di figurazioni relative ad uno dei culti più misteriosi dell’antichità: il culto della Magna Mater. Il sito, nonostante il deplorevole stato di conservazione, è unico al mondo per la grandezza e per la completezza delle rappresentazioni ed è considerato il principale centro del culto della Dea Cibele in Sicilia.

La Plateia

L’arteria principale della città, collegava le due porte della città, la Siracusana e la Selinuntina. Oggi corre ancora per 200 metri in un discreto stato di conservazione grazie alle sue lastre di pietra lavica.

Musei

Le collezioni museali di Palazzolo Acreide sono occasione di arricchimento culturale, attraverso l’esposizione di oggetti archeologici ed etnoantropologici davvero unici.

Il Museo Archeologico  Gabriele Judica

La collezione del museo viene dai reperti del barone Gabriele Judica che ha scavato il sito Akrai nei primi anni del XIX ° secolo. Ci sono ceramiche come vasi, lampade, oggetti di uso quotidiano, una stele greca, unguenti e reperti preistorici.

La casa-museo Antonino Uccello

È una delle migliori rappresentazioni della vita contadina in Sicilia prima della seconda guerra mondiale.
Il museo possiede una vasta raccolta di materiale etnografico e una copiosa raccolta di ceramiche di Caltagirone.